Centro di Ascolto e Orientamento Psicoanalitico

Pubblicazioni

La Pedagogia Perversa


Editore: Clinamen | Anno: 2004
ISBN: 88 8410 053 4 | Prezzo: 20,90 €


Altri libri di Pierluigi Sassetti


Editore:

Clinamen

Anno:

2004

ISBN:

88 8410 053 4

Prezzo:

20,90 €


Altri libri di Pierluigi Sassetti

La Pedagogia Perversa

Tra Pasolini e Lacan

di Pierluigi Sassetti


ABSTRACT:

«Che cosa collega Pasolini a Lacan? Molto poco: Pasolini aveva letto qualche scritto del maestro francese, Lacan sapeva chi era Pasolini e sicuramente aveva visto qualcuno dei suoi film. Ciò non basterebbe certo a creare un rapporto forte tra di essi come quello postulato da Sassetti nel suo bel saggio se non fosse per il fatto che entrambi sono stati "maestri" in un'accezione particolare del termine. Entrambi hanno cercato di costruire un livello pedagogico di apertura nei confronti dei loro possibili discepoli rifiutando la "perversità" della pedagogia ufficiale [...] Analizzando la produzione cinematografica dell'ultimo Pasolini e alcuni degli scritti del primo Lacan, Sassetti giunge alla conclusione che la "perversione pedagogica" di cui la scuola soffre è legata alla sua volontà di escludere il desiderio dalla pratica dell'apprendimento e di non voler tener di conto di quelle relazioni tra docenti e allievi che costituiscono il momento primario della pratica dell'insegnamentoµ.
recensione di Giuseppe Panella in école

Questo saggio è il risultato di un viaggio nell’insondato mondo della perversione pedagogica, ovvero di quella “normale” pratica educativa sorretta dal godimento mortifero ed in eccesso del “bravo e insospettabile” insegnante. Una sciatta pratica educativa che arriva a compromettere irrimediabilmente il percorso del discente e che non tiene conto del sapere “particolare” del soggetto da educare. Sono qui messi in evidenza gli effetti devastanti dell’eccesso del “materno” e del “paterno” nel mondo dell’insegnamento; al tempo stesso vengono esaminate le colpe dei figli a partire dall’analisi del fenomeno “patologico” dell’adolescenza come momento estensivo di assoluta decadenza. Attraverso l’analisi dell’opera poetica di Pasolini e del sapere psicoanalitico di Lacan, si perviene all’ipotesi di una pratica educativa che consideri il sapere (reale, simbolico ed immaginario) come punto indispensabile di partenza all’interno del dialogo pedagogico. Pasolini e Lacan, in questo senso, sono considerati non come classici ma come potenti strumenti utili a conferire al sapere l’originaria sintomaticità del vero.

SOMMARIO:

Altre Attività

News

ESPLORA LE ALTRE ATTIVITÀ DEL CENTRO DI ASCOLTO:

- CORSO TRIENNALE PER COUNSELOR
- SEMINARI
- CONVEGNI E GIORNATE DI STUDIO
- INCONTRI PUBBLICI

Il buon uso del dolore

31 marzo 2019

Lacan nella cultura contemporanea

Eventi passati

Scegli tra le immagini del mosaico per esplorare gli eventi organizzati nel passato dal Centro di Ascolto.

Ogni anno i soci possono partecipare a tutte le attività con sconti e prelazioni.

 

DIVENTA SOCIO >>

L'Isteria La giornata del Counselor Il gioco: da impulso vitale e strumento di lavoro a patologia Psicoanalisi e Religione L’Amore è una Cosa Meravigliosa La Giornata del Counselor Legge, giustizia e psicoanalisi Lacan e l'umorismo dei fratelli Marx I Sette Peccati Capitali nella Società Attuale Il Laboratorio Psicoanalitico d'Arte Note sull’iperattività Porgiamo l'orecchio